Grid Poker Tour - Un deal a tre fa tutti felici nel Main Event



Che grande domenica abbiamo vissuto al Perla di Nova Gorica! La giornata conclusiva del GRID POKER TOUR ci ha riservato emozioni e colpi di scena, come al solito. Andiamo con ordine e proviamo a fare un bel riassunto di quanto accaduto...


Alle 13:00 è ripartito in poker room, come da programma, il Main Event. La sala è stata affollata e movimentata soprattutto nei primi livelli. Le iscrizioni si sono chiuse all'inizio del 14° round. Ai 376 ingressi del triplo Day 1 oggi se ne sono aggiunti altri 53... Quindi il gran totale è di 429 ENTRIES. Non male, considerando il periodo complicatissimo che tutti stiamo vivendo. Il montepremi ha raggiunto quota 86.040 euro anche grazie a 164 re-entries.


A metà pomeriggio è partita dunque la corsa verso i 39 ITM. I premi generati andavano da un minimo di 700 a un massimo di 20.000 euro!


In pausa cena sono arrivati 44 stack per la precisione. Come prevedibile è servita una mezz'oretta di gioco dopo il dinner break per entrare ufficialmente nella zona dei premi qui in sala.


Uno sfortunato Mauro Spurio ha perso tre colpi consecutivi incredibili e si è piazzato 41°. Prima ha subito un bluffone da 400k al river da un "5 carta alta", poi si è schiantato con K-K contro A-A e infine si è visto dominato da un A-K. Out.


Immediatamente dopo al tavolo 25 tutta la room si è radunata per assistere al colpo della bolla a 40 left... Christian De Palma con 7-7 si è giocato il flippone decisivo contro A-10 di Marco D'Andrea. Il board A-9-8-4-10 concede addirittura doppia coppa a D'Andrea.



Quindi abbiamo assistito alla scalata dei premi, sempre più interessanti. Tommaso Dilena è stato sfortunatissimo quando si è visto scoppiare gli assi limpati da un colore di fiori.


Cappellina è uscito 23° in flip contro Alberico. Michelotto con A-Q sperava di spuntarla contro un doppio A-K e invece è uscito 15°.


Andrea Bracciali ha chiuso 13° il suo torneo. Rosario Gatti è uscito 12° meritandosi 1.200 euro di premio. Lo ha seguito a ruota Nicola Quadrello, bustato in un derby tutto barese. Nulla ha potuto Quadrello contro A-K del suo concittadino Silvio Foggetti. I due erano praticamente pari stack con dieci bui. Così siamo giunti al final table del MAIN EVENT qui al Perla.



Le prime eliminazioni al tavolo non si sono fatte attendere. Mujadin Shajnoski con uno stack risicato pusha con 9-10 e trova lo scatenato Santini con A-K. Un asso al flop mette ulteriormente in chiaro le cose...


Poco dopo Massimiliano Vola con A-Q non è affatto fortunato contro A-5 di Mansutti visto che il board riserva un beffardo 5...


Perdiamo in ottava posizione Mirco Ferrini dei Golden Boys. Non poteva proprio foldare Q-Q contro K-K di Ripepi. Il board non ha regalato scoppi.



Marco D'Andrea è sfortunatissimo quando si vede scoppiare K-K dallo scatenato Vincenzo Santini. Su un flop 3-3-6 D'Andrea è ancora avanti contro A-6 di Santini. Ma il board concede un secondo 6 per il full...


Perdiamo in quinta posizione il player pugliese Silvio Foggetti che ha difeso fino in fondo l'onore del Bonega di Bari.

Non è stato fortunato però quando ha messo poco più di un milione con Q-Q trovando A-10 in mano a Mansutti. Un doppio 10 sul board ha regalato l'ennesimo scoppio!



A quattro left si è cominciato a ipotizzare un deal. Il player friulano Jonni Mansutti (dei Golden Boys) si arrende in quarta posizione a causa di due colpi subiti davvero brutti.

Prima si vede battere con K-Q contro 8-6 di Ripepi. Scala per Ripepi. Poco dopo sempre Mansutti con Q-8 trova una scala magica su un flop 10-J-9. Ma dall'altra parte Horvat con A-J chiude un miracoloso full runner-runner... Mansutti incassa i suoi 6.000 e lascia la sala comprensibilmente deluso.


Alle quattro di notte qui in poker room cala infine il sipario sul Main del GRID POKER TOUR. Se il tentativo di deal a quattro non è andato a buon fine, è riuscito invece quello a tre. A convincere gli altri ci ha pensato il toscano Vincenzo Santini.

A un certo punto Santini sembrava lanciatissimo verso il trionfo, invece ha perso un colpo decisivo al tavolo finale che ha consegnato la leadership a Tomislav Horvat: 5-5 nulla ha potuto contro A-A.


Così lo sloveno Horvat si aggiudica la fetta più grossa del montepremi! Per lui 15.000 euro (invece dei previsti 20.000). Santini e Ripepi si pigliano 12.500 euro a testa. In compenso Santini si porta al Prestige l'ambito trofeo!


1° - Tomislav Horvat 15.000€*

2° - Vincenzo Santini 12.500€*

3° - Mario Ripepi 12.500€*

4° - Jonni Mansutti 6.000€

5° - Silvio Foggetti 4.400€

6° - Mario Antonio Fontana 3.000€

7° - Marco D'Andrea 2.500€

8° - Mirco Ferrini 2.000€

9° - Massimiliano Vola 1.500€

10° - Mujadin Shajnoski 1.500€


*deal



Ma non è tutto. Dobbiamo parlare anche dell'ultimissimo evento del weekend pokeristico sloveno. Alle 17:00 è partito infatti l'ITALIA CASH OPEN, classico Side domenicale dei tornei Poker Maps. Il buy-in qui era di 150 euro, lo starting stack di 30.000 gettoni e i livelli da 25 minuti.


Poco prima di mezzanotte è stato composto il tavolo finale. In sei avrebbero dovuto piazzare la bandierina, ma in realtà un accordo ha allargato un po' la zona dei premi...



Dopo l'uscita in sesta piazza di Nevis Alvisi gli ultimi cinque del Side domenicale hanno optato per un amichevole deal: 1.500 euro per tutti. A quel punto si è giocata una mano finale alla cieca. La Cava chiude un miracoloso tris di 6 e si aggiudica il trofeo! Complimenti a lui e agli finalisti.

1° - Pietro La Cava

2° - Lorenzo Martin

3° - Giuseppe Nacci

4° - Jonathan Di Flumeri

5° - Salvatore Lorello



E adesso? Appuntamento al 31 marzo per la prossima imperdibile tappa GRID POKER TOUR. Altri quattro giorni spettacolari sono in programma al Perla di Nova Gorica! Vi aspettiamo numerosi!!!


229 visualizzazioni